PROGETTI

E ATTIVITà

RESID
ENZE

ARTI
STICHE

SURREALE

SURREALE 2024

È aperta la Call Surreale 2024!
La Call è rivolta soltanto ad Artisti Under 35.
Scadenza per invio moduli: 18 Marzo 2024 alle 23:59 GMT+1.

Si chiama Surreale – residenze di circo contemporaneo – ed è il progetto di Società Ginnastica di Torino a sostegno della produzione e diffusione del circo contemporaneo; un centro internazionale di ricerca abitato da artist* provenient* da tutto il mondo, in cui arte e libertà sono i presupposti per dare inizio al lavoro di creazione e sperimentazione.

Inaugurato nel 2018 il progetto Surreale sostiene tre diverse tipologie di residenze:

ARTIST* CHE ACCOMPAGNIAMO rivolte ai giovan* artist* che hanno appena terminato le scuole di circo e si approssimano al mondo del lavoro con molte competenze tecniche e artistiche, una creatività fresca e straripante, ma poca esperienza di lavoro dal vivo, poca esperienza della complessità del fare quotidiano per arrivare davvero a produrre uno spettacolo.

ARTIST* CHE CI ACCOMPAGNANO rivolte ad artisti affermati nell’ambito del circo contemporaneo alle prese con una nuova creazione o nuova fase della propria ricerca artistica. Artist* che conosciamo e seguiamo da tempo, di cui vogliamo accompagnare il percorso artistico e che scegliamo con responsabile consapevolezza per accompagnare il nostro percorso di residenza, di scuola e il nostro pubblico.

Residenze già in corso per il 2024 le seguenti compagnie :

Circo Magdaclan con “Cleolo” di Daniele Sorisi

Circo Magdaclan con “Sweet Molotov” di Giorgia Russo

Lxs Reyenxs con “Kamelia et ses folles alliées”

Piergiorgio Milano con “Fortuna”

Residenze già in corso per il 2024 le seguenti compagnie :

Circo Magdaclan con “Cleolo” di Daniele Sorisi

Circo Magdaclan con “Sweet Molotov” di Giorgia Russo

Lxs Reyenxs con “Kamelia et ses folles alliées”

Piergiorgio Milano con “Fortuna”

SPAZIO DI LIBERA SPERIMENTAZIONE rivolto a progetti di ricerca che hanno come fine la sperimentazione di nuove forme e nuovi linguaggi artistici; residenze in cui compagnie, artist*, autor* possano trovarsi ad “oziare” facendo riferimento al significato latino del termine che caratterizza un lasso di tempo durante il quale “per libera scelta non si svolga nessuna attività profittevole”. Un momento fertile fuori dalle dinamiche e pressioni produttive.

La II edizione della Call Surreale, è scaduto il 20 Marzo 2020.

FEDEC

FLIC Scuola di Circo è membro a pieno titolo della FEDEC, una rete internazionale per l’educazione circense professionale con oltre 80 membri. Fondata nel 1998 con lo scopo di sostenere lo sviluppo e l’evoluzione della formazione, dell’insegnamento e della creazione nel campo delle arti circensi.

Gli obiettivi della FEDEC sono:

  • arricchire e sviluppare l’educazione alle arti circensi
  • rappresentare le scuole associate sia a livello europeo che internazionale
  • rafforzare i collegamenti tra i diversi programmi e organizzazioni di formazione
  • promuovere l’occupabilità e le sinergie con il settore professionale
  • facilitare gli scambi educativi internazionali e la mobilità europea
  • aumentare la consapevolezza dei membri sull’agenda politica dell’UE
  • sostenere l’educazione artistica a livello europeo
  • aumentare la visibilità del settore

FLIC Scuola di Circo partecipa attivamente alla rete, realizzando spettacoli per il Progetto Circle della rete, con presentazioni al CIRCa – Festival du Cirque Actuel, ed è stata sia partecipante che partner, in diversi progetti finanziati dall’Unione Europea, tra i più recenti: INTENTS, REFLECT, COSMIC e SPEAK OUT.

Il progetto INTENTS (Settembre 2014-Agosto 2017), guidato da la Fédération Française des Ecoles de Cirque (FFEC), è stato ideato per fornire una risposta ai bisogni identificati da insegnanti, direttori e responsabili politici per la conoscenza e il riconoscimento della professione degli insegnanti delle arti circensi.

Ha proposto un lavoro di collaborazione senza precedenti, che prevede la creazione di un profilo europeo, la strutturazione di un quadro europeo delle competenze, un programma di formazione continua e pubblicazioni, nonché strumenti didattici gratuiti e multilingue basati su esperienze e competenze condivise durante i corsi di formazione continua.

Il progetto REFLECT – REFLections and Exchanges for Circus Arts Teachers (Settembre 2018-Dicembre 2019), guidato da la Fédération Française des Ecoles de Cirque (FFEC), si è concentrato sulla consultazione della rete e degli insegnanti delle arti circensi, sulle loro esigenze di formazione continua attraverso l’organizzazione di scambi peer-to-peer; la creazione di una rete di professionisti europei; la diffusione e l’utilizzo delle risorse prodotte nell’ambito degli INTENTS e la riflessione sulle nuove esigenze di documentazione per l’educazione alle arti circensi.

COSMIC – Co-creating and Sharing digital Methodologies In Circus education (Settembre 2020-Dicembre 2022), guidato da la Fédération Française des Ecoles de Cirque (FFEC), mirava a migliorare la qualità dell’educazione circense e della formazione di tutto il personale educativo all’interno delle scuole: insegnanti, studenti, direttori generali, pedagogici, artistici e personale amministrativo, rivolgendosi sia alle scuole professionali che a quelle ricreative creando nuove sinergie e migliorando la trasmissione dei risultati dell’apprendimento all’interno delle scuole. 

Durante i 28 mesi del progetto, i partner hanno collaborato di persona e a distanza per sviluppare nuove metodologie pedagogiche digitali, basate sui contenuti esistenti nelle scuole.

L’attuale progetto SPEAK OUT (2023-2024), mira a prevenire tutti i tipi di discriminazione e violenza di genere nel settore del circo e delle arti di strada, sostenendo le sue organizzazioni principali (scuole, festival, compagnie…). L’obiettivo è quello di promuovere spazi educativi e lavorativi sicuri dal punto di vista fisico, psicologico ed emotivo.  

SPEAK OUT sensibilizzerà le parti interessate del circo sui comportamenti abusivi e raccoglierà, svilupperà e diffonderà strumenti e risorse per aiutare il settore a evolvere in modo sostenibile e strutturale, verso una maggiore equità e integrità.

Durante il progetto si svolgeranno 4 corsi di formazione. Sono pensati per i direttori delle organizzazioni circensi professionali con l’obiettivo di attuare cambiamenti strutturali in materia di discriminazione e violenza di genere.

ACRO
BATICA

AEREA

La Federazione Ginnastica d’Italia organizza, in collaborazione con la Reale Società Ginnastica di Torino e con la FLIC Scuola di Circo,

il Percorso formativo di “Tecnico Regionale Salute e Fitness di Acrobatica Aerea secondo livello”

L’acrobatica aerea è un’attività non competitiva che attende ad una elaborazione artistica sia a livello metodologico che espressivo. Parte integrante dell’acrobatica aerea è infatti la costruzione di sequenze di movimenti tecnici, elaborate secondo un progetto artistico, individuale o collettivo, che può essere finalizzato alla realizzazione di esibizioni artistiche e spettacolari.

Questa attività è entrata a far parte ufficialmente delle discipline riconosciute e praticate dalla Federazione Ginnastica Italiana (FGI) grazie alla fondamentale collaborazione tecnica, didattica e strutturale della Reale Società Ginnastica di Torino.

Roberto Carminucci, Direttore Tecnico Nazionale Salute e Fitness della FGI, ha nominato come responsabile tecnico nazionale per la formazione sull’acrobatica aerea Matteo Lo Prete, direttore della Reale Società Ginnastica di Torino e della FLIC Scuola di Circo, e tutti i moduli formativi si svolgeranno nel capoluogo piemontese e all’interno della storica palazzina di via Magenta 11.

Il “PERCORSO FORMATIVO DI TECNICO REGIONALE DI 2° LIVELLO DI ACROBATICA AEREA” organizzato dalla Federazione Ginnastica d’Italia è accessibile a tutti i Tecnici Societari di 1° Livello delle attività Federali: GAM, GAF, Ritmica, Trampolino, Aerobica, GPT, Salute e Fitness area Fitness.

IL PIANO FORMATIVO PREVEDE LEZIONI E APPROFONDIMENTI SUI SEGUENTI TEMI:
introduzione storica all’acrobatica aerea circense – espressione artistica – ricerca del movimento espressivo individuale – interpretazione del gesto – metodo creativo – costruzione della sequenza – sicurezza, ambiente, metodologia e ruolo dell’insegnante – preparazione fisica generale e specifica – strutturazione di una lezione – pianificazione organizzazione e periodizzazione – metodi di insegnamento – pre-acrobatica – riferimenti tecnici – Assistenze – preparazione tecnica specifica – elementi tecnici di base – prerequisiti – metodica di apprendimento – errori tipici – focus su salite, discese e figure per trapezio, corda, cerchio e tessuti.

Chi supererà l‘esame finale riceverà il diploma di “Tecnico Regionale Salute e Fitness 2° Livello – Acrobatica Aerea” da parte della Federazione Ginnastica d’Italia, riconosciuto dallo SNaQ – CONI (Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici Sportivi) e valido in tutti i paesi europei.

Per informazioni e iscrizioni: info@federginnastica-crpva.it
(Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta).

COPR
ODUZ

IONI

FLIC Scuola di Circo lavora alla diffusione della cultura del circo contemporaneo anche attraverso le coproduzioni e i sostegni a spettacoli e Festival di circo contemporaneo. La scuola rinnova ogni anno il suo impegno accogliendo le residenze artistiche di compagnie che hanno bisogno di spazi per lavorare e ospitare gli artisti e maestri che arrivano alla scuola per insegnare e allenarsi.  

Negli anni la FLIC ha sostenuto svariati artisti e compagnie tra cui citiamo: Cie BONSAI – Bonsai, Francesco SgròJust another normal day, Duedà Company – Diverged, compagnia Eia – Capas e Intarsi, La Burrasca – Obstinées, Cie Zenhir – Ah, com’è bello l’uomo, Laden Classe – 193 Problemi, compagnia Roberto Magro – Silenzio, Fabbrica C, compagnia MagdaClan – Emisfero, ERA – Sonetto per un clown, Giulio Lanzafame – Yes Land, Andrea Loreni – Zen e funambolismo, Piergiorgio Milano – Pesadilla e White Out (che ha debuttato a Ottobre 2019).

Da anni è attiva inoltre la collaborazione con il Festival Internazionale di Circo Contemporaneo Brocante della Val Colvera e con il Dinamico Festival di Reggio Emilia.

PROG
etto
QUINTA

PARETE

FLIC Scuola di Circo sostiene il progetto di co-creazione che coinvolge gli allievi delle scuole di circo partner del progetto Quinta Parete > Circus Comunity  è una proposta nata dalla collaborazione tra ASD Giocolieri e Dintorni e APS Jaqulè, rispettivamente project manager e capofila del progetto, presentata a valere nell’ambito del bando Open Community della Compagnia di San Paolo, in partenariato con la comunità costituita da altre 14 organizzazioni di circo attive sul territorio di Piemonte e Liguria in collaborazione con realtà di rilievo nazionale e internazionale impegnate in strategie di Audience Engagement.

Quinta Parete > Circus Comunity intende sistematizzare, approfondire e rendere ancora più efficienti le strategie e i processi di Audience Engagement avviati dai partner di progetto sul territorio, insistendo sul rafforzamento delle comunità territoriali create dalle diverse scuole di circo e della comunità di pratica più ampia (nazionale, europea, globale e virtuale) all’interno della quale operano.

L’obiettivo generale consiste nella costruzione, allargamento e consolidamento delle comunità di circo, favorendo dinamiche di scambio fra i soggetti coinvolti nella rete, rendendole autonome nella gestione delle iniziative avviate, e include anche l’avvio di nuovi processi di partecipazione culturale da parte del pubblico, in termini di coinvolgimento attivo, co-programmazione e/o co-gestione.

Quinta Parete > Circus Comunity attiverà nel periodo gennaio 2019 / settembre 2020, sul territorio di Piemonte e Liguria, strumenti, competenze, occasioni di incontro, confronto e collaborazione tra i partner di progetto (10 scuole di circo educativo, 1 scuola di circo professionale, 3 festival di circo educativo, 3 festival internazionali di circo contemporaneo)

Partner del progetto:

APS Jaqulè – Orbassano (TO) (Capofila); ASD Giocolieri e Dintorni (Project Manager); ASD Arcobaleno –  Borgosesia (VC); ASD Chapitombolo – Monale (AT); ASD Società Ginnastica Di Torino/ Flic – Torino; ASD Fuma che n’duma – Cavallermaggiore (CN); ASD TeatrAzionE – Torino; ASD UP – Pocapaglia (CN); Ass. Idea Agorà/Festival Mirabilia – Fossano (CN); MagdaClan / Mon Circo – Montiglio Monferrato (AT); Liguria: ASD Circo Galleggiante – La Spezia (SP); ASD sYnergiKa – Genova; Ass Sarabanda / Festival Circumnavigando – Genova

Quinta Parete > Circus Comunity è un progetto sostenuto dalla Compagnia San Paolo nell’ambito del bando Open Community 2018 e dal MIBACT, come parte integrante del “Progetto Quinta Parete”, supportato dal FUS per il triennio 2018/2020”

CLIM
ATE

OF
CHAN
GE

Un 2021 nel segno di un #ClimateOfChange !

Insieme alla compagnia MagdaClan www.magdaclan.com abbiamo vinto un bando indetto da WeWorld www.weworld.it per la disseminazione di #ClimateOfChange www.climateofchange.info, bellissimo e ambizioso progetto che mira a sensibilizzare e attivare i giovani europei sulle complesse relazioni tra cambiamenti climatici e fenomeni migratori.

Il bando prevede la creazione di uno spettacolo di circo contemporaneo da mettere in scena, insieme a diverse attività collaterali, in una tournée che da metà giugno a metà novembre toccherà Grecia, Bulgaria, Slovenia, Ungheria, Polonia, Germania, Italia, Portogallo, Francia e Belgio…  

Siamo felici ed orgogliosi di poter contribuire a questa encomiabile iniziativa, mettendo a disposizione le nostre competenze e accompagnando i MagdaClan in un tour che toccherà 10 paesi Europei!

La compagnia MagdaClan cura la creazione dello spettacolo con i suoi acrobati e musicisti, mentre noi ci occupiamo di coinvolgere le scuole di circo dei diversi paesi nelle attività collaterali.

Il capofila del progetto è WeWorld www.weworld.it

Il Tour è a cura di MagdaClan www.magdaclan.com e di FLIC Scuola di Circo

In questa grande avventura saranno con noi:

ActionAid Hellas (AAH) www.actionaid.gr –  Bulgarian Environmental Partnership Foundation (BEPF) www.bepf-bg.org – Hungarian Baptist Aid (HBAID) www.hbaid.org/hungarian-baptist-aid – SLOGA Slovenian Global Action www.sloga-platform.org  – Buy Responsibly Foundation (BRF) www.ekonsument.pl – Finep forum für internationale entwicklung + planung www.finep.org – Instituto Marques de Valle Flor (IMVF) www.imvf.org – ALDA European Association for Local Democracy www.alda-europe.eu – European Environmental Bureau (EEB) www.eeb.org –Südwind www.suedwind.at

RESIDENZE ARTISTICHE

La prima parte di produzione è avvenuta online mentre la creazione artistica dal vivo è iniziata a fine marzo e con ospitalità in tre luoghi preziosi.

Dal 27 marzo all’11 aprile negli spazi interni ed esterni del nostro Spazio FLIC, nella bellissima area del Bunker Torino https://variantebunker.com/, e grazie anche a Surreale, progetto sostenuto da Regione Piemonte e Ministero della cultura nell’ambito del programma Artisti nei Territori.

Dal 12 aprile al 12 maggio a Collegno, nei magnifici spazi della Lavanderia a Vapore https://www.piemontedalvivo.it/lavanderia-a-vapore/, ospiti della Fondazione Piemonte dal Vivo nell’ambito del progetto residenze coreografiche Lavanderia a Vapore.

Dal 24 maggio al 10 giugno a Rubiera, presso il Centro di Residenza dell’Emilia-Romagna – L’arboreto-Teatro Dimora | La Corte Ospitale http://www.corteospitale.org/

TOUR & PERFORMANCE

Lo spettacolo, ancora senza titolo, si sta costruendo sull’immagine di una migrazione collettiva.

La scenografia, elemento molto importante, sarà composta da una struttura complessa, costruita a partire da due semirimorchi che si trasformano in palchi, sormontata da un crane che potrà spostare performers e elementi scenografici attraverso lo spazio.

I temi che sottostanno allo spettacolo verranno evocati attraverso il paradosso, l’eccesso, l’assurdo: questo permetterà di mantenere alto il coinvolgimento del pubblico durante tutto lo spettacolo.

La colonna sonora dal vivo farà uso di numerosi strumenti acustici, elettronici e strumenti autocostruiti, per generare un panorama sonoro ampio e trasversale.

Lo spettacolo sarà una creatura dall’aspetto ruvido, da un animo stralunato e visionario, dal cuore smisurato e generoso, parlerà in modo paradossale, quasi spiazzante.

Insieme allo spettacolo di circo contemporaneo, sono in programma varie attività pensate per affrontare il tema della crisi climatica con le comunità locali: laboratori partecipati, street guerrilla, workshop.

Durata approssimativa: 1h 20m

Dimensioni approssimative:
Spazio scenico: 25m x 30m
Area minima montaggio: 40m x 40m
Una media di 500-1000 spettatori a spettacolo

TEAM

Regia: Petr Forman

Drammaturgia, direzione artistica: Flavio d’Andrea

Architect-Stage Designer: Francesco Fassone

Direttore tecnico: Andrea Kubanksi

Acrobati:

Giorgio Bertolotti, Circus artist (Clown, Circus Actor)

Elena Bosco, Acrobat (Hair suspension, Dance, Hand balancing)

Davide De Bardi, Acrobat (Hand balancing, Porté acrobatique)

Lucas Elias, Acrobat (Chinese Pole, Porté acrobatique)

Giulio Lanfranco, Acrobat (Ladder balancing, Porté acrobatique)

Tiphaine Rochais, Acrobat (German wheel, Acro-dance)

Daniele Sorisi, Acorbat (Acro-dance juggling)

Musicisti:

German Carlo Larsen, Musician (Guitarist, Percussionist, Live-Electronics)

Marco Turconi, Musician (Singer, Composer, Live-Electronics)

Luca Ramon, Musician (Drummer, Bassist)

Achille Zoni, Musician (Multi-instrumen talist)

Tecnici:

Sound Technician: Carlo Cottafava

Light Technician: Meron Celentano

Costumi: Elettra Del Mistro

Project Manager: Achille Zoni

Tour Manager: Ilaria dalle Donne

Network of Circus Schools : Stevie Boyd (FLIC Scuola di Circo)

Low Environmental Counselor: Tiziano Cattaneo

Focal Point Communication: Annalisa Bonvicini (MagdaClan) e Luigi Piga (FLIC Scuola di Circo)

Communication Team: Rachele Ponzellini (WeWorld), Irene Leonardi (WeWorld) e tutti I partner locali.

#ClimateOfChange – The Project

Stimolare i giovani europei a comprendere le complesse relazioni tra cambiamenti climatici e migrazioni per creare un movimento di persone informate, pronte a cambiare stile di vita e a richiedere nuove politiche di sviluppo è l’obiettivo di End Climate Change, Start Climate of Change – in breve #ClimateOfChange – l’iniziativa finanziata dalla Commissione Europea www.ec.europa.eu/italy/ nell’ambito del programma DEAR – Development Education and Awareness Raising www.dearprogramme.eu

Modificare il proprio comportamento individuale però non basta: è necessario creare un network europeo di giovani che insieme si attivano per chiedere un cambiamento collettivo, a livello locale, nazionale ed europeo.

Ad unire le forze per raggiungere lo scopo sono 16 organizzazioni europee guidate da WeWorld – tra organizzazioni della società civile, università e ONG – che dall’inizio del 2020 sono al lavoro per progettare in sinergia non solo ricerche e dibattiti nelle scuole e nelle università ma anche una campagna paneuropea di comunicazione e sensibilizzazione, online e offline, che interesserà milioni di ragazzi e ragazze dai 16 ai 35 anni che vivono in 23 stati membri dell’UE.

WeWorld è un’organizzazione italiana indipendente che lavora in 27 Paesi, tra cui l’Italia, per promuovere e garantire, attraverso progetti di Cooperazione allo Sviluppo e Aiuto Umanitario, i diritti di donne, bambini, bambine e comunità locali.

Informazioni di approfondimento su www.climateofchange.info

This publication was produced with the financial support of the European Union. Its contents are the sole responsibility of FLIC Scuola di Circo and do not necessarily reflect the views of the European Union.