RIGORE

FOLLIA

SENSI
BILITà

[…] La scuola di circo non è una scuola dicevo perché qui non ci sono né banchi né sedie, né compiti da consegnare, né giustificazioni da portare. È un luogo che profuma di sudore, di lacrime, sangue ma anche di urla di gioia e di abbracci, di trasformazione e di riflessione. Diventa piano piano la casa di chi ha scelto più o meno consapevolmente un cammino difficile e molto spesso (almeno agli inizi) ingrato, quello del circo. […]

Non è una scuola perché qui ognuno ha un tempo proprio di apprendimento, nessuno impara le cose nello stesso tempo, […] perché il circo è l’elogio della diversità a cominciare da quella dei corpi e degli oggetti, per arrivare poi alle estetiche ed ai linguaggi che ci portano oggi a non parlare più di circo ma di Arti Circensi. Ed ecco quindi che un centro di formazione diventa un mondo dove si incrociano diverse culture, corpi e menti, diverse personalità e diversi modi di vedere il circo.  […] Se penso al circo attuale mi viene in mente una frase di Jean Michel Guy “il circo è lo spazio in cui la realtà si converte in metafora”.

Roberto Magro – consulente artistico della Flic

COMUNICAZIONE AI SOCI

Carissimi Soci, ci troviamo di fronte a un’ennesima battuta d’arresto. Un altro stop imposto dal nostro Governo che con il DPCM 1.4.2020, per tutelare la

COMUNICAZIONE AI SOCI

Carissimi Soci, La decisione di fermare tutte le attività della Reale Società Ginnastica di Torino non è stata una scelta semplice, ma visto l’ultimo decreto

F O R M A Z I O N E

FLIC prosegue, amplia e migliora il percorso avviato nel 2002 con un sempre più vasto programma di formazione professionale.

La formazione amatoriale offre l’opportunità di avvicinarsi al mondo circense e di apprendere le discipline in forma ludica e diretta.

Stage di alta formazione
circense rivolti ad amatori,
studenti e professionisti
delle arti sceniche.

STAGIONE
SPETTACOLI

ED
EVENTI

STAGIONE
SPETTACOLI

ED
EVENTI

Carissimi Soci,

ci troviamo di fronte a un’ennesima battuta d’arresto. Un altro stop imposto dal nostro Governo che con il DPCM 1.4.2020, per tutelare la sicurezza e la salute di tutti i cittadini, ha prolungato la chiusura delle attività fino al 13 aprile.